I kit SignArrays – saggi qPCR per lo studio delle vie di segnalazione

Descrizione

I kit SignArrays ® rappresentano una vasta gamma di saggi qPCR per lo studio delle vie di segnalazione in vari processi cellulari: angiogenesi, apoptosi, resistenza ai farmaci, metabolismo farmacologico ecc. SignArrays  ® sono sviluppati per essere adatti anche alle analisi basati alle tecnologie high-throughput (HTqPCR) e la successiva interpretazione usando un software.

Il metodo di disegno dei primer di tutti i geni di SignArrays  ® è basato all’uso di due exoni invece di solo uno (intron spanning method, vedi la fig.1 di sotto), a differenza da tutti gli altri produttori di kit per questo tipo di saggi – qPCR array. Questo metodo contribuisce alle specifictà e sensibilità elevate dello sperimento e alla possibilità di lavorare con campioni difficili.

kit SignArrays® - saggi qPCR per lo studio delle vie di segnalazione

kit SignArrays® – saggi qPCR per lo studio delle vie di segnalazione

Vantaggi dei kit SignArrays ® :

  1. Il disegno dei primer,  basato all’uso di due exoni invece di solo uno (intron spanning method) di tutti i geni delle vie di segnalazione rende possibile ottenere:
    • Specificità elevatadella quantificazione dei geni presenti nei vostri qPCR arrays
    • Sensibilità elevata grazie all’evitare della quantificazione del DNA genomico(gDNA) e degli pseudogeni
    • Possibilità di essere usati con campioni difficili(FFPE): non c’è l’esigenza di procedere con il trattamento con DNasi diminuendo così la riduzione del materiale
  2. La vasta scelta di geni di rifferenza(8 RG) da’ la possibilità di eseguire un’analisi efficiente basato solamente ai RG stabili dei vostri campioni
  3. Validazione stringente dei risultati dello sperimento per tutti i geni nei qPCR Arrays di SignArrays ®: cDNA da diversi tessuti e varie linee cellulari sono stati utilizzati nel processo di selezione dei primer perfetti che costituiscono i nostri qPCR array.
  4. Controlli della qualità integrati: controlli negativi, contaminazioni del DNA genomico, controlli positivi per la PCR
  5. Strumenti specifici per l’analisi dei dati adattati ai SignArrays ®.
Il disegno dei primer secondo il metodointron-spaning di tutti i geni delle vie di segnalazione

Fig.1 Il metodo di disegno dei primer di tutti i geni di SignArrays è basato all’uso di due exoni invece di solo uno, a differenza da tutti gli altri prodttori di kit per questo tipo di saggi qPCR array. Questo metodo contribuisce alle specifictà e sensibilità elevate e alla possibilità di lavorare con campioni difficili.

 

Varianti:

  • geni umani o geni murini
  • kit interi o qPCR MasterMix (disponibili separatamente) – 500 R / 1 000 R
  • saggi qPCR per lo studio di: malattie neurodegenerative, disordini autoimmuni,
    disordini mentali, metabolismo farmacologico, apoptosi, angiogenesi, cancro

Riferimenti scientifici:

  • Bustin S. et al. The MIQE Guidelines: Minimum Information for Publication of Quantitative Real-Time PCR Experiments. Clinical Chemistry 55:4 (2009) 611-622
  • Bustin S. et al. In Silico Tools for qPCR Assay Design and Data Analysis. Methods in Molecular Biology 760 (2011) 283-306.
  • Nolan T. et al. Quantification of mRNA using real-time RT-PCR. Nature Protocols 1:3 (2006) 1559-1582.
Dettagli
Tag

/ / / / / / / / / / /